fbpx

1 Marzo – La Romania accoglie l’arrivo della primavera con un Martisor. Ecco alcune curiosità su questo simbolo della primavera!

1 Marzo – La Romania accoglie l’arrivo della primavera con un Martisor. Ecco alcune curiosità su questo simbolo della primavera!

Il 1° Marzo, in Romania si celebra il Martisor (Mărțișor), il trionfo della primavera sull’inverno, essendo il nastro bianco e rosso un simbolo del rinnovamento del tempo e della natura, un oggetto che porta fortuna.

  • Diminutivo di “martie”- marzo, ecco, si può tradurre così la parola Mărţişor, che in italiano si pronuncia “marzishor”.
  • Nel 2017, il Martisor è stato accettato per l’inclusione nella Lista rappresentativa del patrimonio immateriale dell’umanità dell’UNESCO.
  • Oltre la Romania, la tradizione del Martisor è presente anche in paesi come la Moldavia, Bulgaria, l’Albania e la Macedonia.
  • Significato del filo rosso – vita tumultuosa, gioventù, fuoco ardente.
  • Significato del filo bianco: purezza, amore, purità, espressione del calore inteso come luce, alla vigilia dell’equinozio di primavera.
  • Il filo di Martisor fatto di due fili intrecciati – bianco e rosso – rappresenta anche l’unità degli opposti: estate-inverno, caldo-freddo, fertilità-sterilità, luce-oscurità.